literaturawloska.pl

  • Zwiększ rozmiar czcionki
  • Domyślny  rozmiar czcionki
  • Zmniejsz rozmiar czcionki
Start

[Non omnis moriar] Z. Ginczanka (IT)

Email Drukuj PDF

Non omnis moriar, i miei possedimenti,
Prati di tovaglie, roccaforti di armadi,
Distese di lenzuola, preziosa biancheria
E vesti, vesti chiare mi sopravviveranno.

 

Non lascio alcun erede, che la tua mano frughi
Tra le mie cose ebree, signora Chominowa,
Donna di Leopoli, prode moglie di una spia,
Lesta delatrice, madre di un Volksdeutscher.
Adesso sono tue, perché lasciarle a estranei.
Questo non ? un liuto, e neanche un nome vuoto.
Io vi rammento bene, come anche voi di me
Vi siete ricordati quando ? giunta la Gestapo.
Alzate in alto i calici e brindate cari amici
Al mio di funerale e alla vostra di ricchezza:
Kilim e tappetini, vassoi e candelabri.
Bevete tutta la notte e poi sul far del giorno
Mettetevi a cercare pietre preziose e oro
In divani e materassi, coperte e scendiletto.
Lavorerete svelti e vi darete un gran da fare.
Ciocche di crine di cavallo e di fieno marino,
Nugoli di cuscini e di piumini squarciati
Vi si attaccheranno alle braccia mutandole in ali;
Il mio sangue incoller? la stoppa con le piume
E cos? alati d?un tratto in angeli vi trasformer?.

 

 

1942

trad. Alessandro Amenta
Zuzanna Ginczanka, Un viavai di brumose apparenze. Poesie Scelte, Austeria 2011

wersja polska

Czytaj też:

Krzątanina mglistych pozorów (informacja o książce)

Krzątanina mglistych pozorów (fragmenty książki)

Wiersze Ginczanki po włosku

 


stat.4u.pl